Momenti del bisogno

di Alice Ayres

Sabato 23 marzo 2013

Ora, io lo so che mi prenderai per pazza non essendo a conoscenza della giornata assurda che ho passato, ma volevo proprio dirti che al di là del cinismo che in parte mi contraddistingue, di tutte le persone di merda che ci sono a lavoro tu sei uno dei pochi che in una vita parallela potrei sentire davvero amico. Non siamo in tanti a essere liberi.

 

Cara Alice, perché mai dovrei prenderti per pazza? Sono forse quel tipo di essere umano che vive la sua vita nel pregiudizio degli altri e apparecchia le sue giornate alla ricerca di reazioni previste e prevedibili? Certo che no, lo intuisci da te. Per questo, credo, mi hai scritto. Al di là del cinismo che ci contraddistingue, ti cito, spero che in quella vita parallela che immagini ti sia stato vicino in una giornata assurda dove più di tutto hai avuto bisogno di un vero amico.
In QUELLA vita parallela, spero di esserti stato vicino come hai creduto e voluto. In QUESTA vita parallela, ci siamo per ciò che siamo. Noi Esseri Liberi.

Annunci