Piccola precisazione

di Alice Ayres

Ho il dubbio che alcuni maschioni testosteronici non sappiano che il sesso non è una scienza esatta. Sappiate, carini, che tutto ciò che si dice o si scrive a riguardo va inteso solo come un punto di vista, condivisibile o meno. Chi, in un blog tristerrimo, mi ha erroneamente individuata come ‘dominatrice’ non ha compreso la reale natura dei miei racconti: a me non piace dominare, a me piace sedurre, sono due cose differenti. Che poi io seduca per la mia bellezza, la mia intelligenza, la mia a volte ovvia disponibilità, o più semplicemente perchè in quanto femmina ho tra le gambe quel buchino che tutti vogliono, non fa alcuna differenza. Pensate davvero che le donne siano così sceme da non sapere che almeno il 50% del loro carisma sia dato dal loro sesso? Lo sappiamo bene, eccome!, e infatti ci giochiamo sopra, pesantemente. Quelli che ci cascano, al massimo, siete voi, così come noi a nostra volta caschiamo davanti alle paroline dolci che spesso dite solo per portarci a letto. Ognuno ha le sue strategie, spesso involontarie e inconscie ma comunque latenti… non capisco perché stupirsi dinanzi a tanta ovvietà.

Ora, tornando a me: per quale motivo dovrei sentirmi ‘offesa’ oppure ‘sminuita’ se uno con cui voglio andare a letto – e che quindi considero unicamente carne da macello – cede alle mie avances solo perchè ho un bel paio di tette o ancor più semplicemente perchè ha voglia di svuotarsi un po’? Dovrebbe forse importarmi qualcosa del suo giudizio? Non credo proprio. Voglio una cosa e me la prendo, that’s it.

Ciò che faccio non è altro che scrivere storie (vere, inventarle non avrebbe senso) che rappresentano un punto di vista del tutto personale. Esse pertanto vanno prese ‘con leggerezza’, come un’occasione per capire di più il mondo femminile o semplicemente per riflettere sulle dinamiche uomo-donna che oggi sono sempre più lontane dalla realtà sessista in cui alcuni trogloditi ancora si ostinano a credere, cioè quella in cui l’uomo puttaniere è un figo e la donna promiscua una zoccola. Bando alle banalità… cerchiamo tutti di allargare i nostri orizzonti e goderci il sesso in una maniera libera e appagante, anziché analizzare in maniera polemica, poco costruttiva o gratuitamente offensiva ogni aneddoto sessuale qui narrato.

Annunci